In una parola, si tratta di essere all'altezza della sfida che abbiamo di fronte, che riguarda il futuro stesso della nostra democrazia Approfondisci... Faccia a faccia col futuro: le transizioni del nostro Paese Coniugare la proposta spirituale della fede cristiana con i sentieri, spesso interrotti e travagliati, della vita quotidiana. Approfondisci... Credere dopo la crisi: aprirsi alla spiritualità del quotidiano Papa Francesco e il patto educativo globale (Clicca sull'immagine per andare al sito istituzionale) Intervenendo a un Convegno dell’Associazione Dirigenti scuole autonome e libere (DISAL), il Segretario della Congregazione Vaticana per l’educazione cattolica,... Approfondisci... Papa Francesco e il patto educativo globale “Ricostruire il patto educativo globale”: un incontro per ravvivare l’impegno per e con le giovani generazioni, rinnovando la passione per un’educazione più aperta ed inclusiva... Approfondisci... Messaggio di papa Francesco per il lancio del patto educativo È abbastanza semplice interagire con altre persone al fine di ottenere uno scopo individuale, ma... Approfondisci... Per una pedagogia della fraternità "Questa enciclica sociale è una umile riflessione che sia in grado di reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole” Approfondisci... Risvegliare l'umano nell'uomo per edificare la fraternità umana Esplorando le dinamiche che negano le proprie debolezze, si comprende come la fragilità si rivela una risorsa per rendere migliore la vita di ognuno di noi e della società Approfondisci... Fragilità, una risorsa per restare umani Dall'inizio della pandemia, tra lockdown, timide aperture e ritorni indietro, viviamo in uno stato di continua incertezza, con tante restrizioni rispetto alla precedente normalità. Approfondisci... Vite scombussolate: i giovani del lockdown Ospitalità per coloro che sentono l’ansia dello spaesamento, o la ferita dell’esilio, o il morso del dolore. Approfondisci... Baudelaire, l’infinito nelle strade Il cristiano non è moderno o antico, ma serve il suo tempo.Il Signore del tempo è Dio.La svolta dei tempi è Cristo. Il vero Spirito del tempo è lo Spirito... Approfondisci... Il cristiano serve il suo tempo

Lo scandalo di un Dio che si è fatto uomo ed è morto sulla croce

è il centro della nostra Fede.

E’ l’ispirazione primigenia della nostra vocazione e questo mistero che ispira, sostiene, alimenta il nostro dono quotidiano per il Regno.
La chiesa confessa che Gesù è Figlio di Dio venuto nella carne. Questo è lo scandalo! ..
La vera misura della Sua incarnazione è l’umiltà, il disinteresse e la beatitudine.
E’ carne eppure trascendenza; è svuotamento eppure pienezza; è disonore eppure gloria; è umiliazione eppure beatitudine: ognuno di questi assiomi è sfida per l’uomo e per il cristiano e radicalmente per noi.
Il segreto è quello semplice di San Francesco. Un cuore aperto, spalancato, dilatato non dilaniato sul mondo.
Un cuore da trapiantare nella carne di questo mondo, di ogni fratello, di questo tempo che attende di essere trasfigurato.
Francesco è capace di fornirci una “speranza realista”, davvero alla nostra portata. A portata di fede. E ammonisce: c’è di più. C’è di meglio. C’è un “non ancora” che non deve dare rassegnazione e riposo. Se la misura è il limite, allora è davvero tempo di miracoli, cioè l’immensa – ma possibile – quotidiana, umile, nascosta, disinteressata fatica del fare aderire il Vangelo alla realtà. Fatica, sì, cioè lavoro, tanto e moltiplicato impegno per l’uomo, tra gli uomini.
È la rivincita del fare sull’essere? No, è l’equilibrio praticabile tra l’essere e il dover essere, che è la misura del vero umanesimo: è questo che Gesù ci ha insegnato nel suo percorso dal cielo alla terra, una trascendenza che si comprende tra una stalla e un legno di croce.

Ultimi articoli inseriti in lingua italiana:

Credere dopo la crisi: aprirsi alla spiritualità del quotidiano

Coniugare la proposta spirituale della fede cristiana con i sentieri, spesso interrotti e travagliati, della vita quotidiana.

Faccia a faccia col futuro: le transizioni del nostro Paese

In una parola, si tratta di essere all’altezza della sfida che abbiamo di fronte, che riguarda il futuro stesso della nostra democrazia

Papa Francesco e il patto educativo globale

Papa Francesco e il patto educativo globale (Clicca sull’immagine per andare al sito istituzionale) Intervenendo a un Convegno dell’Associazione Dirigenti scuole autonome e libere (DISAL), il Segretario della Congregazione Vaticana per l’educazione cattolica, mons. Vincenzo Zani, ha fatto una presentazione complessiva dei fondamenti, del contesto, della visione e missione del Patto educativo globale promosso da papa…

Messaggio di papa Francesco per il lancio del patto educativo

“Ricostruire il patto educativo globale”: un incontro per ravvivare l’impegno per e con le giovani generazioni, rinnovando la passione per un’educazione più aperta ed inclusiva…

Per una pedagogia della fraternità

È abbastanza semplice interagire con altre persone al fine di ottenere uno scopo individuale, ma…

Risvegliare l’umano nell’uomo per edificare la fraternità umana

“Questa enciclica sociale è una umile riflessione che sia in grado di reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole”

Fragilità, una risorsa per restare umani

Esplorando le dinamiche che negano le proprie debolezze, si comprende come la fragilità si rivela una risorsa per rendere migliore la vita di ognuno di noi e della società

Vite scombussolate: i giovani del lockdown

Dall’inizio della pandemia, tra lockdown, timide aperture e ritorni indietro, viviamo in uno stato di continua incertezza, con tante restrizioni rispetto alla precedente normalità.

Il Dio di Jack Kerouac e del rock’n’roll

Il Dio di Jack Kerouac e del rock’n’roll Gianfranco Ravasi Spiritualità contemporanea. Nell’opera di tanti artisti si avvertono fremiti religiosi ad alta tensione: dall’anelito verso il trascendente dei Coldplay allo spettacolo di Nick Cave, da David Bowie alla stupefacente fede di Patti Smith Il messaggio spirituale, non di rado quello evangelico, apparentemente estromesso in superficie,…

Etty e la storia

Etty e la storia Botti vuote in cui si sciacqua la storia del mondo Senza pretendere che da un frammento di esistenza che è la vita di Etty nella “storia universale” essa abbia avuto consapevolezza di una “grande storia” che si svolgeva accanto a lei, alcuni piccoli frammenti notano una crescente ansia per qualcosa di…

Coronavirus, risorgere è possibile , ma serve una comunità

Coronavirus, risorgere è possibile , ma serve una comunità Massimo Recalcati Ora si vede la luce, dicono i virologi. Siamo all’ultimo miglio di buio. L’esperienza collettiva del trauma dell’epidemia ci ha trascinati in un abisso che non potevamo immaginare. Ma abbiamo imparato qualcosa? Individualmente ciascuno di noi ha conosciuto direttamente o indirettamente l’angoscia del buio,…

Etty e la famiglia

Etty e la famiglia “I miei genitori, mio Dio, i miei genitori!” Dal Diario ricaviamo alcune riflessioni sulla famiglia (quella di Etty era davvero problematica, con un buon-normale rapporto col padre, un rapporto conflittuale-caratteriale con la madre, un rapporto da sorella maggiore verso i due geniali problematici – anche con problemi nervosi – fratelli).  So che più…

Etty e il perdono

Etty e il perdono Mischa mi ha annunciato il suo arrivo per sabato sera. Prima reazione: orribile. Minacciata nella mia libertà. Inopportuno. Che fare di lui? Invece di: che piacere che quel brav’uomo possa starsene lontano per qualche giorno da quella sua moglie sempre agitata, e da quella morta città di provincia. Cosa posso fare,…

Etty e la cultura

Etty e la cultura “Ai nostri giorni la cultura è superficiale e la nostra conoscenza pericolosa perché noi siamo ricchi di meccanismi e poveri di scopi. L’equilibrio dello spirito che prima nasceva da un caldo credo religioso è scomparso; la scienza ha eliminato le basi sovrannaturali della nostra morale e l’intero mondo sembra essere stato…

Baudelaire, l’infinito nelle strade

Ospitalità per coloro che sentono l’ansia dello spaesamento, o la ferita dell’esilio, o il morso del dolore.

In questo sito vengono utilizzate alcune immagini, foto e materiali audiovisivi tratti da Internet, esclusivamente se di pubblico dominio o dichiarati “materiali free” dalle originarie fonti di diffusione. Stante la premessa, per eventuale materiale di cui l’autore/l’autrice non consente la pubblicazione, contattare la Redazione del sito (email:suorchiara.tenaglia@gmail.com), che si rende disponibile verso gli aventi diritto alla rimozione tempestiva dello stesso.