Il cristiano è invitato a scoprire di nuovo il «cuore del messaggio» Per saperne di più Riflessioni per un Cristianesimo adulto È il classico pettine della storia dove i tanti, preesistenti nodi sono ora giunti. Per saperne di più Inizia il nuovo secolo Fenomeni non previsti ma ricorrenti segneranno il destino delle società future. Per saperne di più Un mondo nuovo ? Sono infatti convinta che si cambia per convinzione, mai per costrizione Per saperne di più Ragioni e passioni al tempo del coronavirus Essere, scoprirsi vulnerabili non è sconfitta, implica una migliore conoscenza dell’identità umana. Per saperne di più La fragilità con cui dobbiamo convivere Ridiciamoci che crediamo, che ci affidiamo a una verità sempre nuova e che continuamente aspettiamo. Per saperne di più In zona rossa siamo sentinelle di speranza e non di morte... Una scelta improntata alla comunione, alla corresponsabilità, alla collaborazione Per saperne di più La cultura dell’incontro e della relazione.Una sfida per la pastorale Quando si assume un obiettivo pastorale e uno stile missionario, l’annuncio si concentra sull’essenziale. Per saperne di più Quale pastorale della fede in Italia? In queste ferite ci siamo tutti …,e proprio da lì attingiamo, la grazia di Cristo che è sorgente di vita nuova. Per saperne di più Chiesa: le ferite e i ritardi Per gli stessi giovani cattolici la salvezza è (anche) qui e oggi o non è. Per saperne di più I giovani e la fede. Un nuovo modo di credere Non è possibile separarsi dal vissuto del popolo di Dio… TUTTO va condiviso realmente, sotto il segno della speranza. Per saperne di più La Chiesa alla prova della pandemia Dar vita è sempre e nello stesso tempo lasciar partire ciò che è stato generato Per saperne di più Ricreare un clima di famiglia Chi sono i nuovi adolescenti? Adolescenza e trasformazioni familiari. Il tempo libero degli adolescenti tra territorio e reti virtuali. Adolescenti e quotidianità. Per saperne di più ADOLESCENTI di Valerio Corradi Nella quotidianità si gioca la vita, la libertà, il senso, la realizzazione, la santità Per saperne di più Sguardi pastorali di Michele Falabretti Il bene (come il bello e il vero) può ingannare se non ci rende conformi a Cristo e può anche nascondere un suo tradimento. Per saperne di più Il camminare e i giovani Motivazioni sociologiche I gravi effetti della pandemia sul benessere mentale dei giovani Per saperne di più Lockdown:gli effetti devastanti sui giovani,perchè non se ne parla? Economy of Francesco: come il sogno dei giovani si fa realtà Non è facile realizzare quanto i giovani di tutto il mondo hanno chiesto al termine dell'appuntamento di Assisi, dove... Per saperne di più Economy of Francesco: come il sogno dei giovani si fa realtà «Un pensiero in crisi è impotente davanti a un mondo in crisi» Per saperne di più Sapete leggere questo tempo? Sfide pastorali per il futuro Papa Francesco e i giovani da tutto il mondo per l’economia di domani” Per saperne di più AD Assisi oltre 2000 economisti giovani, da 115 paesi Dunque, nella natura stessa dell'esperienza del credere c'è un appello a divenire «adulti nella fede» Per saperne di più Una fede adulta 

Lo scandalo di un Dio che si è fatto uomo ed è morto sulla croce

è il centro della nostra Fede.

E’ l’ispirazione primigenia della nostra vocazione e questo mistero che ispira, sostiene, alimenta il nostro dono quotidiano per il Regno.
La chiesa confessa che Gesù è Figlio di Dio venuto nella carne. Questo è lo scandalo! ..
La vera misura della Sua incarnazione è l’umiltà, il disinteresse e la beatitudine.
E’ carne eppure trascendenza; è svuotamento eppure pienezza; è disonore eppure gloria; è umiliazione eppure beatitudine: ognuno di questi assiomi è sfida per l’uomo e per il cristiano e radicalmente per noi.
Il segreto è quello semplice di San Francesco. Un cuore aperto, spalancato, dilatato non dilaniato sul mondo.
Un cuore da trapiantare nella carne di questo mondo, di ogni fratello, di questo tempo che attende di essere trasfigurato.
Francesco è capace di fornirci una “speranza realista”, davvero alla nostra portata. A portata di fede. E ammonisce: c’è di più. C’è di meglio. C’è un “non ancora” che non deve dare rassegnazione e riposo. Se la misura è il limite, allora è davvero tempo di miracoli, cioè l’immensa – ma possibile – quotidiana, umile, nascosta, disinteressata fatica del fare aderire il Vangelo alla realtà. Fatica, sì, cioè lavoro, tanto e moltiplicato impegno per l’uomo, tra gli uomini.
È la rivincita del fare sull’essere? No, è l’equilibrio praticabile tra l’essere e il dover essere, che è la misura del vero umanesimo: è questo che Gesù ci ha insegnato nel suo percorso dal cielo alla terra, una trascendenza che si comprende tra una stalla e un legno di croce.

Ultimi articoli inseriti in lingua italiana:

L’infinito presente dell’educare

L’infinito presente dell’educare Ernesto Diaco [simple-author-box] Educare, infinito presente. La pastorale della Chiesa per la scuola è il titolo del sussidio che la Commissione Episcopale della CEI per l’educazione cattolica, la scuola e l’università ha pubblicato il 14 settembre 2020, nel giorno in cui la maggioranza delle scuole italiane riapriva le porte agli studenti dopo…

Il primo annuncio ai giovani. I luoghi della movida: l’esperienza di “Luci nella notte”

Il primo annuncio ai giovani. I luoghi della movida: l’esperienza di “Luci nella notte” Marcello Scarpa I centri storici delle nostre città, da qualche decennio, sono diventati quasi tutti “isole pedonali”. Le strade dello shopping cittadino sono belle, sicure, un luogo non solo dove spendere soldi, ma anche dove investire il proprio tempo per passeggiare…

“Come gli altri, diversi dagli altri”

“Come gli altri, diversi dagli altri” La “Lettera a Diogneto” per essere attivi nel mondo secondo il Vangelo di Gesù Marcello Scarpa Fino a qualche mese fa il mondo era tutto in movimento, attraversato da un’umanità multicolore che lavorava, viaggiava, s’incontrava nel tempo libero frequentando cinema, ristoranti, parchi pubblici, e così via. Un mosaico di…

Risposta alla pandemia: il Piano nazionale di ripresa c’è, la sfida (come sempre) è attuarlo

Risposta alla pandemia: il Piano nazionale di ripresa c’è, la sfida (come sempre) è attuarlo 21 gennaio 2021 Edoardo Ongaro* Il Covid-19 ha innescato una situazione sanitaria ed economica senza precedenti. L’Unione europea ha predisposto una strategia, denominata Next Generation Eu, che porterebbe in Italia oltre 200 miliardi. Per il nostro Paese ora si apre…

Una scelta che è segno e portatrice di speranza

Una scelta che è segno e portatrice di speranza Fabio Attard Non ci siamo mai accorti così tanto dell’importanza della Scuola come da quando siamo stati costretti dall’emergenza sanitaria a chiuderla… Constato che la Scuola ha continuato ad essere aperta nonostante sia stata di fatto chiusa [1]. (Massimo Recalcati) Un saluto molto fraterno a tutte…

Un’intimità che si fa adorazione

Un’intimità che si fa adorazione Gianfranco Venturi In questi ultimi tempi si è fatta strada un’idea secondo la quale, a seguito della riforma liturgica, si sarebbe affievolito il “senso del sacro”. I sostenitori di una simile concezione citano ben volentieri una frase dell’allora card. Ratzinger: “La crisi ecclesiale in cui oggi ci troviamo dipende in…

Un’intimità che si fa adorazione

Un’intimità che si fa adorazione Gianfranco Venturi In questi ultimi tempi si è fatta strada un’idea secondo la quale, a seguito della riforma liturgica, si sarebbe affievolito il “senso del sacro”. I sostenitori di una simile concezione citano ben volentieri una frase dell’allora card. Ratzinger: “La crisi ecclesiale in cui oggi ci troviamo dipende in…

Libertà e destino nei giorni della pandemia. Rileggendo “La peste” di Albert Camus

Libertà e destino nei giorni della pandemia. Rileggendo “La peste” di Albert Camus Bruno Meucci L’esperienza della pandemia ha rappresentato per noi anche lo scandalo dell’imprevedibile (Petrosino), la crisi dell’idea che l’uomo possa controllare tutto e sia padrone del proprio destino. Approfondiamo il senso di questa esperienza con l’aiuto de La peste di Camus che…

Sul sentimento del tempo  L’esperienza del carcere di Dietrich Bonhoeffer

Sul sentimento del tempo  L’esperienza del carcere di Dietrich Bonhoeffer Alessandro Andreini Tra le “ferite” che la pandemia ha prodotto e va producendo nella coscienza dei nostri contemporanei, vi è certamente quella relativa al rapporto con il tempo: un testimone qualificato del XX secolo ci offre una luce preziosa per trasformare l’angoscia in benedizione e…

Con il linguaggio degli occhi

Con il linguaggio degli occhi Gianfranco Ravasi​ «Mio Signore, in cielo brillano le stelle, gli occhi degli innamorati si chiudono, ogni donna innamorata è sola con il suo amato, e io Signore, sono sola con te». Così cantava a Dio una delle mistiche musulmane, Rabi‘a, vissuta nell’viii secolo a Bassora in Iraq, una donna sulla…

Stiamo imparando a camminare nella luce di una scia di stelle

Stiamo imparando a camminare nella luce di una scia di stelle Rosanna Virgili Tra i riguardi raccomandati in questo tempo di pandemia, oltre all’uso della mascherina, c’è anche quello di aprire spesso le finestre. Si fa nelle scuole quando la frequenza è in presenza e, considerata la permanenza in un ambiente chiuso di più persone…

Riflessioni per un Cristianesimo adulto

Il cristiano è invitato a scoprire di nuovo il «cuore del messaggio»

Inizia il nuovo secolo

È il classico pettine della storia dove i tanti, preesistenti nodi sono ora giunti.

Perché aiutare gli altri?

Perché aiutare gli altri? Piero Stefani Non è scontato dare risposta a questa che sino a qualche tempo fa sarebbe parsa una domanda puramente retorica. Oggi, in particolare, è la spinta migratoria che costituisce il contesto «nuovo» in cui interrogativi scontati si ripropongono in termini drammatici, laddove il «come» arriva a mettere in crisi il…

Vogliamo davvero la «sicurezza»? Ma a muoverci è il saper rischiare

Vogliamo davvero la «sicurezza»? Ma a muoverci è il saper rischiare Chiara Giaccardi e Mauro Magatti Nel gesto di cambiare il calendario c’è in questo esordio a lungo sospirato dell’anno nuovo qualcosa di ancor più simbolico del consueto: non solo il lasciarsi alle spalle mesi tribolati ma anche il desiderio – fortissimo – di aprirci…

In questo sito vengono utilizzate alcune immagini, foto e materiali audiovisivi tratti da Internet, esclusivamente se di pubblico dominio o dichiarati “materiali free” dalle originarie fonti di diffusione. Stante la premessa, per eventuale materiale di cui l’autore/l’autrice non consente la pubblicazione, contattare la Redazione del sito (email:suorchiara.tenaglia@gmail.com), che si rende disponibile verso gli aventi diritto alla rimozione tempestiva dello stesso.