Educazione al senso missionario

Meo Elia

Non è semplice presentare una rassegna bibliografica sul tema della «educazione al senso missionario», soprattutto a causa dell’attuale ambiguità del termine «missionario» e della sua costante evoluzione. C’è chi, cristiano, parla di educazione al senso «mondiale» ed è convinto, o quasi convinto di compiere opera decisamente «missionaria»; c’è chi rifiuta addirittura il termine e la possibilità di un’educazione «missionaria» per insistere unicamente sul senso «cristiano» o sul senso «ecclesiale». Le conseguenze sono tante e non tolgono comunque l’impressione di una certa povertà qualitativa (tranne felici eccezioni) di opere in questo campo. Per ragioni di chiarezza possiamo distinguere quattro gruppi di pubblicazioni:
• opere di educazione al senso «mondiale»;
• opere di educazione al senso «ecclesiale» con la logica apertura a tutto il mondo
• a tutti i problemi umani;
• opere di educazione alla «solidarietà fra i popoli», partendo da ispirazione cristiana;
• opere di educazione «missionaria» nel senso tradizionale della parola, inteso come annuncio ad gentes.
È ovvio che la divisione non può essere netta, per cui i casi di osmosi tra i vari gruppi possono essere frequenti.

EDUCAZIONE AL SENSO «MONDIALE»

Per educatori e giovani

  1. Leclercq, Il cristiano di fronte alla planetarizzazione del mondo, Ed. Paoline, Catania, 1959.
    Essenziale, di carattere divulgativo, assai efficace.

Autori vari, Chrétiens dans l’univers, Casterman, 1964.
Temi trattati di maggior interesse: l’universalismo nel pensiero pontificio (L. Guissard); senso internazionale e senso cattolico (Fr. Houtart); vero e falso universalismo (A. Dondeyne); come formare la coscienza dell’unità del mondo (C. Santamaria); dall’interdipendenza dei popoli alla comunicazione delle coscienze (R. Rémond).

Autori vari, L’éducation du sens international chez l’enfant. Atti del quinto Congresso dell’Ufficio Internazionale Cattolico dell’Infanzia (Venezia 1955), Fleurus, Parigi, 1966.
Conferenze sull’educazione al senso internazionale del ragazzo (V. Veronese), sui fondamenti teologici (A. Zoghby) e psicologici (H. Ouellet) di questa educazione e diverse indicazioni concrete di carattere pedagogico-didattico.

Autori vari, L’educazione cristiana dopo il Concilio, La Scuola, Brescia, 1966. Presenta articoli sull’educazione al senso internazionale.

Autori vari, Educazione al senso mondiale, I.S.M.E., Parma, 1968.
Il libro, che è la ristampa di un numero monografico della rivista Fede e Civiltà, oltre che portare tre notevoli studi (l’educazione al senso mondiale e gli orientamenti attuali della pedagogia; l’educazione al senso mondiale e la didattica; solidarietà alla luce del Concilio), offre anche una serie di testimonianze ed esperienze didattiche, frutto dei lavori dei primi 25 anni del C.E.M.

L’UNESCO è direttamente impegnato nella promozione del senso internazionale. Di grande interesse sono le sue pubblicazioni, come La Chronique de l’UNESCO, Informations, Education, Le Courrier (anche in edizione italiana, Piazza Firenze, 27 – Roma).
La Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO (Piazza Firenze, 27 – Roma) pubblica un Bollettino di informazioni con indicazioni preziose per la scuola e una rassegna bibliografica sui migliori libri e articoli sull’educazione al senso internazionale.
La stessa Commissione pubblica alcune opere nel quadro del Progetto Maggiore per il mutuo apprezzamento dei valori nella cultura dell’Oriente e dell’Occidente. Assai significativo è il volume L’Oriente a cura di F. Melzi D’Eril e A. Gallia. Tutta la terza parte (pp. 205-249) è dedicata a L’Oriente nella scuola, con interessanti suggerimenti didattici.

Antonio Valastro, I giovani e i problemi sociali e missionari, Elle-Di-Ci, Torino. Presentazione abbastanza organica dei temi connessi con la formazione sociale dei giovani, con preoccupazioni soprattutto pratiche di servizio per gli educatori. Prepara un secondo volume dedicato «alla descrizione degli aspetti più rilevanti della formazione sociale». Anche il presente è soprattutto descrittivo.

Per insegnanti e alunni

Il C.E.M. ha preparato alcune serie di sussidi e di testi per la scuola elementare e la scuola media:

Per la scuola elementare

  1. Mombelli, Vele nel porto, C.E.M., Parma.
    Racconti, poesie; notizie che testimoniano l’identità di sentimenti di tutti i popoli del mondo.
  2. Mombelli, Tappeto volante, C.E.M., Parma
    Notizie sulla vita che l’uomo conduce sui mari, lungo i fiumi, sui monti, nei villaggi, nelle città, nelle foreste, tra le nevi.
  3. Mombelli, Liberi tutti, C.E.M., Parma.
    La storia dell’umanità nella sua ricerca verso la libertà.
  4. Bertoli e D. Bertolini, I giorni più belli, C.E.M., Parma.
    Le principali feste scolastiche, vissute con lo sguardo rivolto ai fratelli di tutto il mondo.
  5. Bertolini, Volti di terre lontane, C.E.M., Parma.
    I principali costumi di vita dei popoli più lontani e diversi.
  6. Bertolini, Antenne, C.E.M., Parma.
    Altri aspetti caratteristici della vita dei popoli.
  7. Manzi, Il mondo è la mia patria, Ed. A.V.E., Roma.
    Libro di lettura per tutte le cinque classi elementari.
  8. Manzi, Il ponte d’oro, A.V.E., Roma.
    Sussidiario per le classi terza, quarta, quinta elementare.
  9. Manzi e S. Mombelli, Stadio, A.V.E., Roma.
    Sussidiario per le classi terza, quarta, quinta elementare.

Per la scuola media

  1. Mombelli, Il mondo è tutto mio, A.V.E., Roma.
    Antologia in tre volumi per la Scuola Media. L’opera sviluppa tre temi fondamentali: il mondo si presenta, il mondo ci parla, il mondo ci chiama. L’avvicinamento ai popoli di tutto il mondo presentati nelle loro caratteristiche ed aspirazioni più autentiche e vere, fa sentire e capire all’adolescente di appartenere alla grande famiglia umana e lo spinge a chiedersi che cosa può fare per essa.

EDUCAZIONE «ECCLESIALE» CON SOTTOLINEATURA DELLA DIMENSIONE MISSIONARIA

Per educatori e giovani:

  1. Maggiolini, L’esperienza della Chiesa oggi, Coletti, Roma.
    Una piccola opera di teologia e di esperienza, in un linguaggio chiaro e incisivo. Lo spirito che la pervade è tutto missionario.
  2. Elia, Uomini nuovi per la novità cristiana, Gribaudi, Torino.
    Il libro comprende tre parti: visione generale della novità cristiana, approfondimento teologico, l’impegno della novità cristiana. Notevole l’insistenza sulla duplice dimensione riscontrata nel cristiano: esigenza di comunione ed esigenza di missione. Può servire ai giovani per una revisione della tradizionale concezione della vita cristiana.

Appunti di metodo cristiano, Gioventù studentesca, Milano.
Il libro è del 1965 ma è tuttora valido, perché frutto della esperienza educativa della G.S. milanese tra i cui perni c’è, assai vivo, il senso della missione.

  1. Olgiati, Capacità e carità, P.I.M.E., Milano.
    Riflessioni sul senso di apertura e sulla carità. L’autore ha buona esperienza del mondo giovanile.

Matsui Toru, Maria del villaggio delle formiche, E.M.I., Parma.
La coerenza di una ragazza giapponese che volle condividere totalmente la vita con i cenciaioli di Tokio. Libro stimolante.

EDUCAZIONE CRISTIANA ALLA «SOLIDARIETA TRA I POPOLI»

Per educatori e giovani

  1. Lebret, Dimensioni della carità, Herder, Roma.
    Meditazioni che confrontano il cristiano con il mondo d’oggi e gli insegnano le dimensioni veramente universali dell’appello divino alla carità.
  2. Lebret, Progresso e solidarietà tra i popoli, Boria, Torino.
    Sviluppo delle idee della Populorum Progressio, con proposte precise. Testo fondamentale.
  3. King, La forza dl amare, SEI, Torino.
    Il libro è noto. Lo suggeriamo per l’ispirazione cristiana con cui affronta i problemi umani. Può servire, con i libri dell’Abbé Pierre e di Mons. Camàra, a formare il «criterio» con cui il cristiano deve affrontare le realtà dell’uomo d’oggi.
  4. Camàra, Terzo mondo defraudato, E.M.I., Parma.
    Continuo rifarsi a Cristo per la presenza specifica del cristiano nel mondo d’ingiustizia.

Autori vari, La fame degli altri, I.S.M.E., Parma.
Sforzo per individuare i motivi dell’impegno dei giovani per la solidarietà fra i popoli; riporta pure esperienze di gruppi. Linguaggio semplice. Può servire come primo accostamento ai problemi.

Abbé Pierre, Incontro all’uomo, E.M.I., Parma.
Conversazioni sulla realtà dell’uomo oggi, seguite da meditazioni sulla «legge del cristiano» applicata a queste realtà. Pagine che «mordono la coscienza». Vale quanto detto sopra a proposito di Luther King.

Per ragazzi

Tutti i libri del C.E.M. indicati al nr. 1 hanno ampi capitoli, inseriti nello svolgimento normale del programma, sulla particolare presa di coscienza ed azione del cristiano in questo campo.

EDUCAZIONE «MISSIONARIA» IN SENSO STRETTO

Per educatori e giovani

  1. Charles, Dio non ha scelto gli angeli, I.S.M.E., Parma.
    Opera classica del noto missionologo belga, tuttora valida. Meditazioni di fondo.
  2. Danielou, Il mistero della salvezza delle nazioni, Morcelliana, Brescia.
  3. Danielou, Il mistero dell’avvento, Morcelliana, Brescia.
    Opere classiche, notevoli per la sicurezza teologica non meno che per il calore. Possono servire da spunti per un lavoro personale.

Per educatori

  1. Buzzi, L’ideale missionario nell’educazione cristiana, C.E.M., Parma. L’opuscolo è un estratto della tesi di laurea dell’attuale on. Buzzi. Ha tre capitoli di notevole interesse, anche se di tono piuttosto divulgativo: l’ideale missionario nel quadro dell’educazione cattolica, valutazione pedagogica dell’ideale missionario, realizzazioni pedagogiche e didattiche del C.E.M.
  2. Mombelli, La pedagogia cristiana nella sua dimensione missionaria, in Fede e Civiltà, agosto-settembre 1964, pagg. 1-49.
    È il migliore studio che conosciamo sull’argomento. Può essere preso come base per un’intera ristrutturazione dei programmi scolastici.
    P. Mombelli infatti, che da qualche anno è Direttore del C.E.M., si è servito delle idee teologiche qui espresse, per preparare i sussidi ed i testi presentati sopra. Notevoli i tre densi capitoli sulle «esigenze cristiane nella persona in via di sviluppo», sul «confronto tra il programma educativo e le esigenze cristiane» e sulle «indicazioni principali per la ricomposizione del programma scolastico-educativo».
  3. Mombelli, La formazione missionaria nelle scuole medie e ginnasiali, in Educazione alla cattolicità, U.M.d.C., Roma.
    È la continuazione dell’opuscolo di cui sopra, con applicazione particolare alle case di formazione sacerdotale.

Autori vari, Educazione al senso missionario, Ed. Paoline, Alba.
Principali argomenti: elementi costitutivi del senso missionario (J. Danielou); il senso internazionale (J. Larnaud); la scuola educatrice del senso missionario (Can. Brien); insegnamento letterario e formazione al senso missionario (P. Laura); l’insegnamento della storia e della geografia e il risveglio del senso missionario (M. Venard).

Sono da segnalare quattro articoli di Don Luigi Giussani, iniziatore di Gioventù Studentesca di Milano: Cristianesimo aperto, efficacia di una educazione alla cattolicità; La testimonianza comunitaria; Vita cristiana e realtà missionaria; L’educazione ecumenica: in Fede e Civiltà, nell’ordine: aprile 1963, giugno 1964, novembre 1963, gennaio 1965. Suggeriscono un’impostazione radicalmente nuova all’educazione missionaria: molte le analogie con il pensiero di Uomini nuovi per la novità cristiana di Meo Elia e di La pedagogia cristiana nella dimensione missionaria di Savino Mombelli, alla cui ispirazione Don Giussani non è certo estraneo. Dovrebbe forse essere questa la linea su cui continuare i nostri sforzi.
Su questa linea si sta svolgendo l’azione dell’Editrice Jaca Book di Milano, traducendo nella visione della realtà e nell’impegno i princìpi educativi sopra eccennati, soprattutto nella collana «Cronache alla prova» (ad es.: America Latina, parole come armi e Parrocchie nell’altra faccia dell’America). Un’azione che gli educatori dovrebbero seguire con simpatia.

EMI, CEM, ISME – Via S. Martino 8 – Parma
AVE – Via Torre Rossa 94 – Roma
PIME – Via M. Bianchi 94 – Milano